La chiesa, eretta nel 1230 dalla Famiglia Gualandi, è uno dei migliori esempi dello stile Gotico Europeo.

Il nome Spina deriva dal fatto che conservava una spina che avrebbe fatto parte della corona indossata da Gesù alla sua crocifissione e portata qui nel 1333.

Ha un perimetro rettangolare ed è rivestita completamente con marmi policromi. L'esterno è caratterizzato dai cuspidi del tetto e dalla complessità delle sculture con tarsi e rosoni di artisti famosi come Andrea Pisano (anche il figlio Nino e Giovanni Pisano). Tutte le statue che si vedono sono copie: gli originali sono raccolti in una sala del Museo Nazionale di San Matteo.

La chiesa fu soggetta a numerosissimi interventi di restauro dovuti al cedimento del terreno e alla vicinanza del fiume Arno e i lavori terminarono definitivamente nel 1875.

English version

The church, which was erected in 1230 by the Gualandi Family, is one of the best examples of the European Gothic.

The name Spina comes from the fact the church preserved a thorn which was believed to be part of the thorn crown worn by Jesus Christ during his crucifixion and brought here in 1333.

The church has a rectangular perimeter and it is completely coated with polychrome marbles. The exterior is characterized by the roof’s cusps and the complexity of the sculptures, with marquetry and rosettes by famous masters like Andrea Pisano (and also his sons Nino and Giovanni). All the statues are copies: the original ones are in the Museo Nazionale di San Matteo.

The Church was renovated several times before its finale shape (1875) due to the ground yielding and the proximity of the river Arno.