#GENERAZIONESENZAVOTO

Da settembre 2014 parte il nuovo progetto di ESN Italia relativo al diritto di voto agli studenti erasmus. Il progetto nasce da una situazione legislativa particolare: i cittadini italiani che si trovano temporaneamente in un paese straniero nell’ambito di un programma di mobilità internazionale non possono votare dall’estero in occasione delle elezioni politiche. Questa situazione discrimina gli studenti erasmus cittadini italiani rispetto a coloro che invece, sempre cittadini italiani, risiedono all’estero (a differenza dei primi), e possono, secondo la legge italiana, votare presso le sedi diplomatiche. Attraverso questa iniziativa, che gode del supporto degli enti locali e delle Università, ESN Italia si propone di raccogliere le 50.000 firme necessarie per poter presentare una proposta di legge ad iniziativa popolare. Il contenuto della proposta consiste dunque nel permettere agli studenti italiani che si trovano impegnati in un programma di mobilitá studio/tirocinio Erasmus + di poter esercitare il proprio diritto di voto senza dover necessariamente ritornare nel Paese di residenza. Per coordinare la raccolta delle firme sono stati nominati un Responsabile Territoriale per ogni regione e dei Responsabili Locali per ogni comune. Ogni cittadino italiano potrà firmare nel comune italiano nelle cui liste elettorali è iscritto. La raccolta delle firme terminerà a febbraio 2015, quando le liste verranno depositate presso la Corte di Cassazione. Il board di ESN Italia e tutte le sezioni si stanno impegnando profondamente per la riuscita del progetto: è convinzione comune a tutto il network infatti che non sia ammissibile che dei cittadini italiani vengano discriminati e privati della possibilità di esercitare uno dei propri diritti fondamentali a causa della propria partecipazione ad un progetto comunitario incentivato dallo Stato italiano e, che è forse il più importante progetto dell’Unione Europea proprio per la sua capacitá di contribuire alla formazione della futura generazione europea. Il diritto di voto è stata la più grande conquista politica, il suo esercizio è ciò che ci rende non meri abitanti dell’Italia ma cittadini italiani. ESN Italia lavorerà duramente perché la conquista della possibilità di studiare all’estero e l’essere cittadini europei non vadano a pregiudicare i diritti garantiti come cittadini italiani.

Il nostro lavoro

ESN-Pisa ha deciso di affrontare la raccolta firme su 3 fronti diversi: quello di Pisa e provincia, quello della Basilicata (scoperto dal punto di vista della presenza di una sezione ESN) e quello del Comune di Lucca.

I nostri referenti sono:

Provincia di Pisa:

Basilicata:

Provincia di Lucca

Marta Punti Lenzi

Email
martapunti92@gmail.com

Antonio Montemurro

Responsabile Territoriale

Email
antoniomt88@gmail.com

Mattia Sibra

Email
m.sibraesn@gmail.com

Matteo Corigliano

Email
matteoesn@gmail.com

Marco Zeo

Email
marcozeo@gmail.com

Per maggiori informazioni circa la raccolta firme in Toscana vai quì Per maggiori informazioni sulla raccolta fime in Basilicata vai qui

I comuni attivati

Provincia di Pisa

Basilicata

Provincia di Lucca

Bientina
Buti
Calci
Calcinaia
Capannoli
Casale Marittimo
Casciana Terme Lari
Cascina
Castelfranco di Sotto
Castellina Marittima
Castelnuovo di Val di Cecina
Chianni
Crespina Lorenzana
Fauglia
Guardistallo
Lajatico
Montecatini Val di Cecina
Montescudaio
Monteverdi Marittimo
Montopoli in Val d'Arno
Orciano Pisano
Palaia
Peccioli
Pisa
Pomarance
Ponsacco
Pontedera
Riparbella
San Giuliano Terme
San Miniato
Santa Croce sull'Arno
Santa Luce
Santa Maria a Monte
Terricciola
Vecchiano
Vicopisano
Volterra
Matera
Potenza
Lucca

Dove firmare

E' possibile firmare in tutti i comuni attivi e a tutti i banchetti che verranno attivati nelle date e nei luoghi sotto indicati e,comunque, in tutti i luoghi dove sarà presente la nostra locandina

Pisa Matera Lucca
Per ora non sono previsti eventi pubblici Per ora non sono previsti eventi pubblici Sabato 7 Febbraio 2015 in Via Beccheria dalle 15.30 alle 19.30 sarà allestito un banchetto per la raccolta firme.