Dopo mesi di lavoro e di organizzazione , la Blind Dinner è ormai vicina, ed ESN Pisa non potrebbe esserne più orgogliosa.

Il 7 marzo si è tenuta una conferenza stampa a Palazzo Gambacorti, sede del Comune di Pisa, che ha visto partecipare diversi membri di ESN (Daniele, Francesca, Alessia, Dario e Angelo C. in qualità di neo-presidente del network nazionale), il vicepresidente della sezione UIC di Pisa, l'assessore Sandra Capuzzi e giornalisti de La Nazione e de Il Tirreno.
La conferenza si è aperta con i dettagli del programma. La cena, come ben precisato da Daniele, verrà introdotta da un aperitivo in una zona semi buia del Lumiere, per abituare gli occhi dei partecipanti al buio.
Le portate verranno poi servite dai volontari non vedenti in un'altra stanza del locale, dove non ci sarà alcuna fonte di luce.

Il vicepresidente dell'UIC Pisa si è rivelato particolarmente soddisfatto dell'iniziativa: "La Blind Dinner è nata circa dieci anni fa, e ha luogo ormai in tutta Italia. Ciò che la rende speciale, a Pisa, è la partecipazione degli studenti internazionali'.
A nome dell'associazione ha poi ricordato l'importanza della sensibilizzazione al tema e del coinvolgimento dei giovani, oltre che del contributo fondamentale che iniziative del genere hanno nel rendere tutti più consapevoli delle difficoltà che quotidianamente i non vedenti devono affrontare.

L'assessore Sandra Capuzzi ha sottolineato come la dimensione europea della cena sia un dettaglio unico, ricordando il ritardo del nostro Paese, rispetto al resto del continente, nel costruire infrastrutture che rendano più agevole la vita quotidiana dei non vedenti. Iniziative di questo genere, ha continuato, possono fare solo del bene alla nostra città, arricchendola culturalmente: il fatto che siano organizzati da giovani come noi smentisce il pregiudizio secondo cui la nostra generazione non abbia particolare cura per il prossimo. Angelo Campione ha evidenziato come eventi di questo tipo avvengano anche in altre parti d'Italia, data la presenza del network su scala nazionale, oltre che locale ed internazionale.

Tutti si sono rivelati inclini a replicare la cena o qualsiasi altra iniziativa che coinvolga le due associazioni e il Comune di Pisa.

La cena, il cui prezzo sarà di soli 20€, è aperta a TUTTI. Tuttavia, il numero dei posti è limitato a 70 per ragioni organizzative.

Ringraziamo tutti la partecipazione e speriamo di vedervi sabato al Lumiere!